Autunno in Barbagia 2020

Ci sarebbe piaciuto raccontarvi il programma di Bitti, e poi quello di Oliena, Austis, Orani e di tutti i meravigliosi paesi del Cuore della Sardegna.

Vi avremmo voluto attendere nei nostri paesi, come ogni anno, per trascorrere insieme indimenticabili fine settimana.

Invece, per le ragioni che noi tutti conosciamo, quest’anno Autunno in Barbagia non ci sarà. MA non sarà un anno triste e nostalgico! Sarà un anno che vedrà il racconto digitale dei paesi e delle loro ricchezze, per farci trovare ancora più preparati all’edizione 2021.
Ci aspettano tante belle scoperte e iniziative per ricordare insieme i momenti più belli: alcune sono ancora TOP SECRET, seguiteci sui social per scoprirle!

01.10.2020

Gavoi

I racconti digitali dal Cuore della Sardegna continuano a Gavoi, un magnifico borgo circondato dai monti del Gennargentu sulle rive del lago di Gusana. Ecco i nostri consigli:

  • Lago di Gusana: per canoa, windsurf, pesca, raccolta di funghi, escursioni a piedi e a cavallo, fuoristrada e quad, fotografia naturalistica.
  • Il territorio è molto ricco di testimonianze archeologiche come il menhir "Sa Perda Longa", domos de janas e nuraghi.
  • Camminando per le incantevoli vie del centro storico si possono ammirare le tipiche case in granito molto ben conservate, scoprire scorci inaspettati arricchiti dai profumati balconi fioriti e panorami meravigliosi.
  • Il museo Casa Porcu Satta, custode della cultura locale, raccoglie una notevole collezione etnografica: abiti e giocattoli d’un tempo,strumenti degli antichi mestieri, una collezione di gioielli e amuleti in filigrana e una raccolta di strumenti musicali.
  • Museo del Fiore sardo, dedicato al prodotto principe della pastorizia sarda e gavoese. Sono presenti installazioni, video, immagini, strumenti tradizionali e moderni legati alla creazione delle pregiate forme del formaggio che si fregia della DOP.
  • Gli abili orafi gavoesi riproducono ancora oggi manufatti, come l’antico coltello barbaricino, e gioielli tradizionali.Ammirarli al lavoro è sempre emozionante!
  • A tavola: vi consligliamo di assaggiare il pane e fresa, le patate, le pietanze tipiche e ovviamente il formaggio Pecorino Fiore Sardo che si produce secondo antiche e particolari tecniche di lavorazione artigianale.
  • Nel periodo di carnevale tutto il paese è in festa e si suonano alcuni tra i più arcaici strumenti musicali presenti in Sardegna: 'Sos Tumbarinos' tamburo che ritma il ballo e il carnevale, zufoli di canna palustre, triangoli di ferro battuto. Con essi si accompagnano i balli tradizionali in particolare il Giovedì grasso.
  • Da oltre 15 anni nei mesi di giugno-luglio si organizza l’importante festival della letteratura "L’Isola delle Storie" che richiama scrittori, attori, musicisti, giornalisti, artisti da tutto il mondo.