Autunno in Barbagia 2018

Ai piedi del Gennargentu (“Porta d’argento”), custodito da boschi secolari e circondato da una natura affascinante si trova Fonni, il comune montano più alto dell’Isola (1000 m s.l.m.). Scenari emozionanti in un’area ancora incontaminata e selvaggia da cui si possono intraprendere suggestive escursioni alla scoperta di canyon e panorami mozzafiato come quello che si gode dalla punta del Bruncu Spina (1829 m). I numerosi monumenti disseminati nel territorio come ad esempio la necropoli di Madau e non lontano l’eccezionale santuario di Gremanu del XII-IX sec. a.C. narrano una storia molto antica dell'area.

Murales (foto Archivio Aspen, R. Brotzu)

Lungo le vie del paese, nei rioni più antichi, sono custodite le caratteristiche case di montagna a uno o più piani, costruite in pietra locale, e in alcuni casi è ancora possibile scorgere le scandulas, arcaiche tegole in legno. Un esempio di tipica abitazione è dato dall’edificio ottocentesco che ospita il Museo della cultura pastorale di Fonni in cui si possono ancora ammirare alcuni arredi originari. Tra le intricate stradine del centro storico si incontrano i bellissimi murales su cui sono illustrate scene di vita quotidiana, presente o passata, e rappresentazioni delle tradizioni più sentite dagli abitanti. In uno degli originari quartieri si trova la chiesa del patrono San Giovanni Battista riedificata nel secolo XVI che conserva all’interno elementi architettonici di stile gotico.

Tra fiumi e sorgenti si aprono valli ornate da ginestre, timo e elicriso. La primavera offre incantevoli macchie di colore: i fiori della peonia, genziana, rosa canina e digitale purpurea fanno da cornice alle essenze arboree di noci, ciliegi, acero e ai boschi secolari di roverella, tasso, quercia, leccio.

Pianta di agrifoglio (foto Archivio Aspen, R. Brotzu)

In questa riserva naturale si possono ammirare le diverse specie faunistiche che popolano la montagna come il muflone, il cinghiale, l’euprotto sardo, il gatto selvatico, la martora e la raganella sarda ma anche numerose varietà d’uccelli: l'aquila reale, l'astore, il falco pellegrino, la poiana, la pernice sarda.

Questa è la patria del pastore fonnese, una razza canina endemica molto richiesta per la difesa sia delle proprietà che delle greggi.

Durante la tappa di Autunno in Barbagia a Fonni, oltre a partecipare alle lavorazioni artigianali e a conoscere le antiche tradizioni si possono ammirare i numerosi e deliziosi presepi esposti lungo le vie del paese.

foto Archivio Aspen, MC Folchetti

Da Giovedì a Domenica

Ore 10 • Apertura delle cortes e delle mostre. • Il percorso dei murales, visita guidata (Partenza in trenino da corso Carlo Alberto e con le bici elettriche da piazza San Pietro) • Lavorazione del formaggio, a cura di Bobore Cicalò a Casa Mele, via Roma 

Ore 11 > 16 Su cohone de su Pastore. Preparazione de sos cohones. A cura del Panificio Sa Vressa di Francesca Cugusi, Corte Cenere, via Argiolas.

Ogni sera, a chiusura delle cortes, balli in piazza intorno al fuoco.

Giovedì e Venerdì ore 11:30 > 12:30 e ore 18:30 > 19:30

Sabato e Domenica ore 11:30 > 12:30
Aperifolk. A cura dell’associazione Brathallos. - Casa Cheru, corso Carlo Alberto

Giovedì ore 12 Venerdì , Sabato e Domenica 

Ore 15 I vecchi mestieri: Erradura e pipioladura de su ovaddu. - Corte Isperde, via Umberto

Giovedì , Sabato e Domenica 

Ore 14 > 18 Laboratorio ambientale per bambini. A cura di Anna Costa. - Centro aggregazione sociale, via Don Burrai

Ore 17 Canti del Gennargentu. A cura del coro Vohes de ‘Onne. - Casa Pistis, via San Giovanni

Giovedì ore 10:30 e Venerdì ore 11 Sabato e Domenica

Ore 15:30 Vestizione del costume fonnese. A cura dell’associazione Brathallos. - Casa Cheru, corso Carlo Alberto

Giovedì e Venerdì ore 11:30 Sabato e Domenica ore 12:15

Le antiche tradizioni: Il battesimo della sella. A cura di Fonniagricola. - Via San Pietro

foto Archivio Aspen, MC Folchetti

Giovedì 8 Dicembre

Ore 10 • Visite guidate al museo, alla Basilica dei Martiri e al convento. • Inaugurazione delle Mostre della tradizione. • Cohimos su vitellu a orrostu (preparazione del vitello arrosto), a cura della Gastronomia Nonne. - Piazza Sa Serra Su trihingiu de sos mathasios (preparazione dei piatti della cucina fonnese). A cura del Gruppo Cortes Proloco. - Piazza San Giovanni ORE 15:30 Il canto a tenore. Presentazione e esibizione a cura del tenore Su Connottu. ORE 16:30 Su ‘Arrasse’are Onnesu. Anticipo del carnevale di Fonni lungo un percorso itinerante con il gruppo Pro Loco Sas Mascheras Limpias. - Partenza da Casa Tiu Taneddu, via S. Giovanni

Venerdì 9 Dicembre

Ore 8:30 Workshop di fotografia con l’utilizzo di tecniche HDR efocus stacking. - Centro aggregazione sociale, via Don Burrai

Ore 10 Visite guidate al museo, alla Basilica dei Martiri e al convento. ORE 11 Convegno Alleanza impresa e territorio, uno strumento di marketing, sviluppo e coesione sociale. - CEAS, via Sassari ORE 16 Premio per la valorizzazione culturale fonnese – IV Edizione. Assegnazione de Su Puggioneddu de Argento. - Piazza San Matteo ORE 20 Seconda parte del workshop di fotografia: tecniche notturne. - Centro aggregazione sociale, via Don Burrai

Sabato 10 Dicembre

Ore 10 Visita ai presepi allestiti nei rioni.
Ore 15:30 II Rassegna dell’organetto. A cura dell’associazione Orrossa ‘e monte. - Piazza Europa
Ore 16 Su ‘Arrasse’are Onnesu. Anticipo del carnevale di Fonni. Vestizione e sfilata Urthos e Buttudos. - Partenza da Casa Cheru, corso Carlo Alberto

Domenica 11 Dicembre

Ore 10 • Visita ai presepi allestiti nei rioni. • Cohimos su vitellu a orrostu: preparazione del vitello arrosto. A cura della Gastronomia Nonne. - Piazza Sa Serra 10:30 Arti e mestieri della tradizione Fonnese. Presepe vivente. - Piazza Martiri
Ore 11 Il canto a tenore. Presentazione e esibizione a cura del tenore Su Connottu.
Ore 15 Istrangios e onnesos venie a lu donare e a l’amare. Presepe vivente itinerante. - Partenza Chiesa S. Giovanni Battista - Arrivo Basilica dei Martiri
Ore 16 Su ‘Arrasse’are Onnessu. Anticipo del carnevale di Fonni. Vestizione e sfilata Urthos e Buttudos. - Partenza da Casa Cheru, corso Carlo Alberto
Ore 17 Castagnata e balli, a cura dell’AVIS Fonni. - Piazza Italia

Costume di Fonni (foto Archivio Aspen, R. Brotzu)

MOSTRE ED ESPOSIZIONI
Museo della cultura pastorale. Visite guidate dalle ore 10 alle 19. • Mostra dei rosari. • Pinturas, mostra di pittura. A cura di Gianni Mattu. • Viaggio in Sardegna, mostra documentaria di M.L. Wagner. - Museo della cultura pastorale, vico Gennargentu • Un intreccio di saperi e colori, mostre a cura della Proloco: 1. Il costume femminile 2. Fili e trame 3. Sas mascheras limpias • I colori delle tradizioni. Mostra di pittura di Giuseppina Falconi. - Casa Tiu Taneddu, piazza San Giovanni • Immagini di un mito fecondo. Mostra sulla maschera tipica Urthos e Buttudos. A cura dell’associazione culturale Urthos e Buttudos. • Ballos e Sonos. Mostra sui balli tradizionali fonnesi e del folklore di Fonni. A cura dell’associazione culturale Brathallos. - Casa Cheru, corso Carlo Alberto • Mostra del Cane Fonnese: i bambini presentano il Cane Fonnese. - Casa Cuineddu • Mostra di costumi tradizionali in miniatura. A cura di Janas in costume. - Casa Duras • Mostra fotografica di reperti archeologici. - Casa Lanedda

Durante il weekend visitate il paese, ammirate le sue splendide corti e innamoratevi del suo territorio! Vi invitiamo a condividere il vostro racconto su INSTAGRAM utilizzando #autunnoinbarbagia16 e indicando separatamente il nome del comune (e se vi va aggiungete anche una breve didascalia descrittiva ).

Al termine della manifestazione allestiremo una mostra con le vostre foto più belle e durante questi mesi rilanceremo gli scatti più rappresentativi sui nostri account social con menzione all'autore. Smartphone in una mano e programma nell'altra andiamo insieme alla scoperta di Fonni!