Autunno in Barbagia 2019

Camminando per le incantevoli vie del centro storico di Gavoi si possono ammirare le tipiche case in granito dell’architettura barbaricina molto ben conservate e ci si può lasciar trasportare alla ricerca degli scorci inaspettati arricchiti dai profumati balconi fioriti. Custode della cultura locale, il museo Casa Porcu Satta raccoglie una notevole collezione etnografica: i bellissimi abiti della tradizione gavoese, i giocattoli d’un tempo, gli strumenti degli antichi mestieri e la raccolta di strumenti musicali. Tra questi spicca “su tumbarinu”, il tamburo, suonato insieme a “su pipiolu” e “su triangulu” che ritma il ballo e il carnevale e che ha reso Gavoi famoso in tutta l’Isola. Tra i siti archeologici da visitare si segnalano, vicino alla chiesa di Sa Itria, il famoso menhir “Sa Perda Longa” che si leva da terra per più di 3 metri mentre un raggruppamento di menhir è ancora visibile nella radura di “Perdas Fittas” in località di Aratu. Nel territorio si conservano diverse domos de janas (come quelle di “S’iscrithola” e di “Gurrai”) e nuraghi, tra i più importanti vi è il nuraghe di “Talaichè”, alto circa 6 metri, con la caratteristica copertura a tholos intatta. Oltre che per le suggestive costruzioni perfettamente integrate nel paesaggio e i monumenti che spaziano dal neolitico al ‘900, Gavoi è noto anche per le produzioni artigianali e dell’agroalimentare, che includono le rinomate patate, diverse tipologie di pane (tipicità del centro barbaricino sono “su pane de fresa” e “su cocone cun foza”) e di dolci legati alle diverse ricorrenze stagionali, e soprattutto il formaggio Fiore Sardo DOP, che rappresenta uno dei fiori all’occhiello delle produzioni latto-casearie dell’isola. Infine, da oltre 10 anni si organizza nel centro barbaricino l’importante festival della letteratura “L’Isola delle Storie” che richiama scrittori, attori, musicisti, giornalisti, artisti da tutto il mondo.

 

Ecco il programma della manifestazione di Autunno in Barbagia a Gavoi:

 

Venerdì 4

Ore 09:30 | Laboratori del gusto illustrati dagli esperti dell’Agenzia Regionale LAORE Sardegna rivolti agli alunni delle scuole Primaria e Secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Gavoi.

Ore 17:00 | Omaggio a tiu Pera Tzidu, fisarmonicista di Gavoi. Partecipa Tonino Zucca, a cura di UTE – Universidade Libera de sos Ansianos, Gavoi | Sala Consiliare, Piazza Santa Croce.

Ore 18:30 | Inaugurazione delle mostre.

 

Sabato 5 e Domenica 6

Ore 10:00 | Apertura delle ‘Cortes’ e degli spazi espositivi.

Ore 10:00 e ore 15:00 - Domenica ore 10:00 | Itinerari a cavallo nei sentieri del territorio di Gavoi a cura del Centro Equestre Loai. Gruppi max. 3 persone con età minima 12 anni. [Attività a pagamento], info e prenotazioni al numero +39 3491982731.

Ore 10:00-12:30 | Visite guidate del centro storico e delle chiese a cura di UTE – Universidade Libera de sos Ansianos, Gavoi. [Attività gratuita] | Punto di incontro: Ingresso Museo Casa Porcu-Satta, Via Roma 187.

Sabato ore 15:00-17:00 - Domenica ore 10:00-12:00 | Archeo-Natura - Escursione alla scoperta del Territorio sull’altopiano di Lidana e intorno al lago di Gusana. Illustra il percorso l’archeologa Veronica Podda con l’ausilio dei volontari della Prociv-Arci e degli agenti della Stazione Forestale di
Gavoi. La durata del percorso, di facile praticabilità, è di circa 2 ore. [Attività gratuita]. Info e prenotazioni al numero +39 3495569536 | Punto di incontro: Piazza Marconi [c/o punto informazioni].

Ore 10:30 e ore 16:00 | Per fare il Fiore - Dimostrazione dei pastori di Gavoi sulla lavorazione tradizionale del formaggio ‘Fiore Sardo’, realizzato col latte crudo di pecora. Allestimento a cura di Chiara Sedda. | Cortile Museo Casa Porcu-Satta, Via Roma 187.

Ore 11:00-13:00 e ore 16:00-19:00 | L’arte della Panificazione - Preparazione e cottura dei pani tradizionali nel forno a legna, a cura del Panefiziu
Santu Juvanne di Rita Sanna | Via Amsicora 14.

Sabato ore 11:00-13:00 e 15:30-20:00 - Domenica ore 10:30-13:00 e 15:00-19:30 | Degustazione dei prodotti locali in ‘Sas Cortes’ accompagnati dai vini di Sardegna - Partecipano: Vigne Surrau, Vigna Du Bertin, Azienda Vitivinicola Chessa, Cantina Canneddu. Il costo del carnet di 10 Euro include: un calice da degustazione con sacchetto porta-bicchiere, 4 passaggi nei cortili, ognuno comprende 1 bicchiere di vino per ogni cantina, l’assaggio del ‘Fiore Sardo’, del pane e l’offerta alternata di altri prodotti locali | Acquisto carnet presso banchetto in Via Roma, fronte
Municipio.

Sabato ore 12:00 - 12:10 | Cortile Museo Casa Porcu-Satta, Via Roma [Ingresso Guturu Badda]. Ore 17:00-17:10 | Casa Gungui-Cuccui, Via Cagliari. Ore 18:30-18:40 | Cortile Museo del Fiore Sardo, Via Eleonora - Domenica ore 11:00 - 11:10 | Cortile Caserma Betza, via Sant’Antioco. Ore 12:00 - 12:10 | Cortile Museo Casa Porcu-Satta, Via Roma (Ingresso Guturu Badda) Letture in “Sas Cortes” Ad alta voce – “Confesso che ho bevuto. Racconti sul vino e sul piacere del bere” di L. Anania e S. Novelli, legge l’attrice Monica Corimbi, a cura dell’Associazione Culturale L’Isola delle Storie. Le brevi letture si terranno in Sas Cortes che ospitano le degustazioni dei vini di Sardegna e dei prodotti locali.

Ore 15:30 | Laboratorio sulla creazione dei giochi tradizionali e di riciclo creativo. Età minima 6 anni [gruppo max. 10 bambini]. Attività gratuita, iscrizioni in loco sino a 15 minuti prima dell’inizio. A cura di Rosangela Sedda | Casa Maoddi, Via Sant’Antioco 2.

Sabato ore 17:30 - Domenica ore 10:00-12:00 | Manine in pasta. Percorso ludico creativo sulla lavorazione della pasta rivolto ai bambini dai 4 anni [gruppo max. 15 bambini], con Chiara Sedda. In collaborazione con S’Orrodanza – Pastificio artigianale di Francesca Sedda e con Fate in Casa – pasta artigianale di Francesca e Sara Pira. [Attività gratuita], iscrizioni in loco sino a 15 minuti prima dell’inizio | Casa Maoddi, Via Sant’Antioco 2.

Sabato ore 17:30-18:30 - Domenica ore 11:30-12:30 | Educazione al gusto - Laboratori di analisi sensoriale dei formaggi di montagna e dei vini
dei vitigni di Sardegna, illustrati dagli esperti dell’Agenzia Regionale LAORE Sardegna. [Attività gratuita], max. 25 partecipanti. Info e prenotazioni al numero +39 3289693949 | Museo del Fiore Sardo, via Margherita, 3° piano.

Sabato ore 18:00 | Sonos - Dimostrazione sulla costruzione degli strumenti musicali tradizionali gavoesi. A cura dell’Associazione Turistica Pro-Loco
Gavoi | Caserma Betza, Via Sant’Antioco 2.

Sabato ore 20:00 - Domenica ore 12:30 | Degustazione dei prodotti tipici del territorio a cura della Società Polisportiva Taloro Gavoi. [Attività a pagamento] | Via Roma 291-293.

Sabato ore 23:00 | Serata danzante. A cura della Società Polisportiva Taloro Gavoi. [Attività a pagamento] | Discoteca Marabù, Via Settembrini 50.

Domenica ore 10:00 | Escursione in Mountain Bike - I soci di Bikin’Gavoi accompagnano i bikers lungo i sentieri attorno al lago di Gusana. [Attività gratuita]. Per informazioni e prenotazioni: info@bikingavoi.com, Social: Facebook e Instagram: @bikingavoi | Punto di incontro: Piazza Marconi [c/o punto Informazioni].

Domenica ore 11:00 | Ermosùra - Vestizione del costume tradizionale femminile e maschile a cura dell’Associazione Turistica Pro-Loco Gavoi | Belvedere Caserma Betza, via Sant’Antioco 2.

Domenica ore 16:00 | Concerto del Coro Eufonia di Gavoi, diretto dal Maestro Mauro Lisei e del Coro Montesantu di Baunei diretto dal Maestro Gianpriamo Incollu. Al termine del concerto esibizione itinerante nelle chiese e nel centro storico | Chiesa San Gavino.

Domenica ore 17:00 | XIV Edizione del “Premio di Riconoscimento Pionieri del Turismo in Sardegna” | Museo Casa Porcu-Satta, Via Roma 187.

 

Le iniziative solidali

Museo del Fiore Sardo - 1° piano - Esposizione permanente sul Fiore Sardo - 2° piano – Proiezione dei film “Fiore Sardo” di Fabio
Olmi | Via Margherita.

Caserma Betza - Carrasecare si ch’andat.. e istentat a che torrare – Esposizione sul Carnevale gavoese a cura dell’Associazione Turistica Pro-Loco Gavoi [1° piano]

Raffaele Ciceri, Fotografie della Sardegna del primo ‘900 - in collaborazione con ISRE Istituto Regionale Etnografico della Sardegna. | Via San’Antioco, 2.

Mostra della Biodiversità del Territorio a cura del gruppo biodiversità BioBarbagia - Associazione Turistica Pro-Loco Gavoi. | Casa Maoddi, Via
Sant’Antioco, 2.

Museo Casa Porcu-Satta - Esposizione permanente delle collezioni dell’abito tradizionale gavoese, dei gioielli e amuleti in filigrana e dei giochi tradizionali. Esposizione temporanea di antichi abiti tradizionali di Gavoi a cura di Antonio Francesco Costeri. Ingresso a pagamento. | Via
Roma, 187.

La Civiltà dell’Altopiano, collezione privata. Esposizione di oggetti e utensili da lavoro, testimonianza della cultura agropastorale e della vita del pastore
transumante. | Casa Pira-Cadau - Via Cagliari, 90.

Esposizione Mostra Missionaria a cura delle Figlie di San Giuseppe | Su Carruzu - Piazza Cagliari, 15.

Pesca solidale a cura di UTE- Universidade Libera de sos Ansianos, Gavoi. Il ricavato verrà devoluto alle associazioni AIRC, AISM, AIL, AISLA. | Museo Casa Porcu-Satta, Via Roma, 187.