Autunno in Barbagia 2018

Il paese di Ottana si trova nella piana del fiume Tirso, a ridosso delle alture collinari boscose che segnano l’ingresso nella Barbagia di Ollolai e che si elevano sino al massiccio del Gennargentu. Il centro del paese è composto da vicoli stretti e piazzette suggestive, su cui si affacciano le tradizionali abitazioni basse con muri di pietra. Al patrono è dedicato uno dei principali monumenti sacri della Barbagia, la chiesa di San Nicola. L’austera e affascinante architettura romanica, cattedrale dal 1112 al 1503, domina il centro storico con imponenza e alternanza bicroma di basalto nero-violaceo e trachite rosa. Al suo interno è custodita la Pala di Ottana, polittico trecentesco del Maestro delle tempere francescane. Uno degli eventi più sentiti e più amati dagli ottanesi, e non solo, è “Su Carrasegare” (il carnevale): le maschere percorrono le vie del paese con movenze cadenzate, in sintonia con il frastuono dei campanacci e accompagnate dal rumore de “Su Orriu”, uno strumento musicale primitivo che spaventa uomini e bestie. “Sos Merdules” rappresentano gli uomini, hanno una maschera lignea e sono coperti di pelli di pecora, catturano e governano gli animali. Anche “Sos Boes” hanno una maschera lignea, con corna bovine, e portano sulle spalle bronzi e campanacci. “Sa Filonzana”, invece, veste abiti femminili e rappresenta una filatrice con pennecchi o di lana, fuso e forbici, che minaccia di tagliare il filo della vita. Per le vie del paese, durante il fine settimana di Autunno in Barbagia, si possono percorrere sentieri culturali, artistici e gastronomici fortemente legati alla tradizione, accompagnati dalle melodie dei campanacci dei Boes e Merdules, dei balli tipici scanditi da “S'Affuente” e dal canto a Tenore.

Sabato 27 e domenica 28 Ottobre, ad Ottana, arriva la nuova tappa di Autunno in Barbagia! Ecco il programma completo:

27 Ottobre / Sabato

10:00

  • Inaugurazione e presentazione della manifestazione, saluto dell’amministrazione comunale e della Pro Loco;
  • Apertura MAT [Museo Arti e Tradizioni].
  • Esibizione del gruppo folk San Nicola accompagnato da S'Affuente, dal Tenore Santa Maria e dalle figure tipiche del carnevale ottanese Boes, Merdules e Filonzana.
  • Esposizioni, mostre, eventi e cortes apertas con gli antichi mestieri, lungo le vie del paese:

o             Lavorazione artistica del ferro battuto.

o             Preparazione e degustazione de Sas Gatzas.

o             La Casa del Miele: presentazione della tecnica della smielatura.

o             Concia delle pelli.

o             Lavorazione della pelle e del cuoio.

o             Battesimo della sella.

o             Antica lavorazione delle stuoie.

o             Dimostrazione della lavorazione delle maschere tradizionali.

o             Mostra fotografica dei Centenari, a cura di Pierino Vargiu.

10:30 Convegno Le potenzialità delle risorse locali: nuove opportunità di sviluppo. Relatori Franco Saba Sindaco di Ottana, Agostino Cicalò Presidente CCIAA di Nuoro, Massimo Temussi Direttore generale ASPAL, Testimonianze di imprenditori locali. Giuseppe Cuccurese Direttore generale Banco di Sardegna. Conclusioni Raffaele Paci Assessore della Programmazione Regione Sardegna. Moderatore Giacomo Mameli, Giornalista | Sala Polifunzionale, Via Emilio Lussu

Dalle 11:00 alle 13:00 Visita guidata alla Cattedrale Romanica San Nicola con la spiegazione di Don Sebastiano Corrias, Direttore dell’Ufficio dei Beni Culturali della Diocesi di Nuoro.

Dalle 12:00 | Centro storico.

Preparazione ricette tipiche:

  • Pasta fresca sos maccarones ischeaoso | 12.00
  • Sas cogones | ore 13:00
  • Torrone | ore 14:30

Ore 15:30 Esibizione spontanea e itinerante delle maschere tipiche del carnevale ottanese Boes, Merdules e Filonzana.

Ore 16:00 Laboratori didattici a cura dell’Associazione Culturale Sa Ilonzana | MAT.

Ore 17:00 Esibizione del Coro Polifonico San Nicola | Chiesa di San Nicola.

28 Ottobre / Domenica

Ore 10:00

  • Apertura MAT [ Museo Arti e Tradizioni ].
  • Musica tradizionale itinerante lungo le vie del paese.
  • Esposizioni, mostre, eventi e cortes apertas con gli antichi mestieri, lungo le vie del paese:

o             Lavorazione artistica del ferro battuto.

o             Preparazione e degustazione de Sas Gatzas.

o             La Casa del Miele: presentazione della tecnica della smielatura.

o             Concia delle pelli.

o             Lavorazione delle pelli e del cuoio.

o             Battesimo della sella.

o             Antica lavorazione delle stuoie.

o             Dimostrazione della lavorazione delle maschere tradizionali.

o             Mostra fotografica dei Centenari, a cura di Pierino Vargiu.

Dalle 10:30 | Centro storico.

Preparazione ricette tipiche:

o             Dolce tipico ottanese s’angule | 10:30

o             Sa sapa | 10:30

o             Sa cogone de tammatta | 10:30

o             Pasta fresca sos maccarones ischeaoso | ore 12:00

o             Su pistizzone | 12:30

o             Sas cogones | 13:00

o             Preparazione del formaggio | 14:30

o             Torrone | 14:30

15:00 Comare Vardetta & Co.: animazione teatrale itinerante a cura della compagnia teatrale Barbariciridicoli.

Dalle 15:30 alle 19:00

o             Sfilata dei gruppi e delle maschere tipiche del carnevale ottanese Boes, Merdules e Filonzana.

o             Visita guidata alla Cattedrale Romanica San Nicola con la spiegazione di Don Sebastiano Corrias, Direttore dell’Ufficio dei Beni Culturali della Diocesi di Nuoro.

16:00 Laboratori didattici a cura dell’Associazione culturale Sa Ilonzana | MAT.

17:00 Esibizione del Coro Polifonico San Nicola | Chiesa di San Nicola.

18:00 Balli in Piazza San Nicola.