Autunno in Barbagia 2018

In un’area circondata dai nuraghi, intorno all’anno 1000, furono erette due piccole chiese campestri denominate “Santa Maria de susu” e “Santa Maria de josso”, distanti in egual misura dal punto in cui nacque l’antico paese di Atzara. Il territorio fu frequentato fin dall’età preistorica, come testimoniano i monumenti archeologici tra cui la domus de janas scavata nel granito sulle pendici della collina di Corongiu Senes, non lontano da dove fu costruito l’omonimo nuraghe. Tra morbide colline lo sguardo si perde sulle colorate distese delle vigne che caratterizzano il paesaggio intorno al paese. Le varietà d’uva maggiormente coltivate sono il Bovale sardo (o Muristellu), il Monica e diverse tipologie del Cannonau da cui si crea il rinomato vino Mandrolisai. Paese della luce e dei colori che ispirarono i pittori costumbristi spagnoli nel primo Novecento, Atzara conquista il visitatore con le sue preziose meraviglie. Nei quartieri più antichi del centro storico si possono ammirare le case in granito e trachite d’epoca medievale, alcune delle quali conservano i rilievi in stile tardo gotico, opera dei bravi artigiani locali che scolpivano la pietra chiamati “picapedres”.

 

Il 17 e il 18 Novembre, ad Atzara, arriva la nuova tappa di Autunno in Barbagia! Ecco il programma completo:

 

Sabato 17 Novembre

Dalle 10:00 Apertura del punto informazioni | Palazzo Civico.

• Apertura del percorso Cortes e magasinos de Atzara, con le esposizioni degli artigiani locali, le degustazioni dei prodotti tipici e del rinomato vino di Atzara | Centro storico.

• Mostra Contemporary Le nuove frontiere dell’arte in Sardegna, a cura della Associazione Antonio Corriga e del Comune di Atzara. Visite guidate con sottofondo musicale diffuso nelle sale | Museo Ortiz-Echagüe.

• Laboratorio didattico sull’abito tradizionale di Atzara rivolto ai bambini della scuola primaria di Atzara, a cura della Cooperativa Progetto Cultura | Museo Ortiz-Echagüe.

• Le antiche dimore atzaresi i turisti e i visitatori potranno ammirare le più antiche dimore storiche di Atzara: Casa Tziu Arzolu Antica dimora del Cavalier Bartolomeo Demurtas [a cura di Grazia Demurtas e del Comitato di Santa Maria). Casa Donna Anna Maria, Mostra del costume tradizionale di Atzara [a cura del Gruppo Folk di Atzara]. Casa Aragonese, Il ciclo della vita. Tra sacro e profano [a cura di Francesca Ruda] | Centro Storico.

• Il Borgo dei Borghi Atzara ospita i borghi più belli della Sardegna che metteranno in vetrina i prodotti tipici, le specificità culturali, storiche e archeologiche del proprio territorio. A cura del Centro Commerciale Naturale | Casa Carburu.

• Andando Via. Omaggio a Grazia Deledda mostra documentale a cura di Giuditta Sireus.

• Filos e tramas mostra d’arte tessile con lavori artigianali della tradizione a cura di Elisa Flore | Sede Proloco.

• Manos de Oro mostra degli antichi ricami atzaresi, a cura del Gruppo volontarie Parrocchia Sant’Antioco Martire di Atzara | Chiesa San Giorgio.

• In viaggio nel Mandrolisai percorso esperienziale di qualità alla scoperta dei migliori vini prodotti nel territorio, con la partecipazione delle aziende: Cantina del Mandrolisai, Cantina Sassu di Sorgono, Cantina Fulghesu Le Vigne, Cantina Demuru di Meana Sardo, Cantina Bingiateris di Ortueri, Vitivinicola Fradiles di Atzara | Centro Storico.

• Domos de pedra. Su ‘ighinau antigu rivisitazione delle attività tipiche del borgo agro-pastorale, con il contributo dei bambini e degli anziani di Atzara. A cura di Antonio Mele e del Coro Polifonico di Atzara | Piazza Ortiz.

La giornata sarà animata dai suoni, dai canti e dai balli della tradizione folkloristica sarda, con gli organetti di Simone Tolu e Michael Fulgheri, l’armonica a bocca di Simone Murgia e con le musiche del gruppo Sonos e Cantos.

 

Domenica 18 Novembre

Dalle 10:00 Apertura del punto informazioni | Palazzo Civico.

• Apertura del percorso Cortes e magasinos de Atzara, con le esposizioni degli artigiani locali, le degustazioni dei prodotti tipici e del rinomato vino di Atzara | Centro storico.

• Mostra Contemporary Le nuove frontiere dell’arte in Sardegna, a cura della Associazione Antonio Corriga e del Comune di Atzara. Visite guidate con sottofondo musicale diffuso nelle sale | Museo Ortiz-Echagüe.

• Laboratorio didattico sull’abito tradizionale di Atzara rivolto ai bambini della scuola primaria di Atzara, a cura della Cooperativa Progetto Cultura | Museo Ortiz-Echagüe.

• Le antiche dimore atzaresi i turisti e i visitatori potranno ammirare le più antiche dimore storiche di Atzara: Casa Tziu Arzolu Antica dimora del Cavalier Bartolomeo Demurtas [a cura di Grazia Demurtas e del Comitato di Santa Maria). Casa Donna Anna Maria, Mostra del costume tradizionale di Atzara [a cura del Gruppo Folk di Atzara]. Casa Aragonese, Il ciclo della vita. Tra sacro e profano [a cura di Francesca Ruda] | Centro Storico.

• Il Borgo dei Borghi Atzara ospita i borghi più belli della Sardegna che metteranno in vetrina i prodotti tipici, le specificità culturali, storiche e archeologiche del proprio territorio. A cura del Centro Commerciale Naturale | Casa Carburu.

• Andando Via. Omaggio a Grazia Deledda mostra documentale a cura di Giuditta Sireus.

• Filos e tramas mostra d’arte tessile con lavori artigianali della tradizione a cura di Elisa Flore | Sede Proloco.

• Manos de Oro mostra degli antichi ricami atzaresi, a cura del Gruppo volontarie Parrocchia Sant’Antioco Martire di Atzara | Chiesa San Giorgio.

• In viaggio nel Mandrolisai percorso esperienziale di qualità alla scoperta dei migliori vini prodotti nel territorio, con la partecipazione delle aziende: Cantina del Mandrolisai, Cantina Sassu di Sorgono, Cantina Fulghesu Le Vigne, Cantina Demuru di Meana Sardo, Cantina Bingiateris di Ortueri, Vitivinicola Fradiles di Atzara | Centro Storico.

• Domos de pedra. Su ‘ighinau antigu rivisitazione delle attività tipiche del borgo agro-pastorale, con il contributo dei bambini e degli anziani di Atzara. A cura di Antonio Mele e del Coro Polifonico di Atzara | Piazza Ortiz.

10:30 A s’antiga tradizionale sfilata di buon auspicio per il vino nuovo e per i prodotti della terra, con i bambini di Atzara e le antiche maestranze, lungo le vie del paese, accompagnati da suoni delle launeddas. A cura di Antonio Mele e del Coro Polifonico di Atzara | Piazza Ortiz.

11:00 Apertura della prima botte cerimonia tradizionale con l’assaggio del vino nuovo. Per tutta la giornata sarà possibile assistere alla dimostrazione della lavorazione delle uve locali, della pigiatura, della svinatura e della distillazione delle vinacce. A cura del Coro polifonico di Atzara | Museo del Vino

11:30 La tintura tradizionale dimostrazione dell’antica arte della tintura dei tessuti con i colori naturali. A cura del Laboratorio La Robbia [la dimostrazione verrà replicata alle ore 16:00] | Laboratorio La Robbia.

20:00 Atros annos cun salude! chiusura della manifestazione con canti e balli della tradizione folkloristica sarda | Piazza San Giorgio.

La giornata sarà animata dai suoni, dai canti e dai balli della tradizione folkloristica sarda, con gli organetti di Simone Tolu e Michael Fulgheri, l’armonica a bocca di Simone Murgia e con le musiche dei gruppi: Launeddas del Sinis, Sonos e Cantos, Su Cuntzertu Antigu, Dilliriana, Sonades e Kentales di Giacomo Crobu. Durante la giornata si potrà inoltre assistere all’esibizione itinerante de Is Cerbus di Sinnai.

 

Da visitare / Da fare

• Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Ortiz-Echagüe. Info e prenotazioni T. +39 0784 65 508 pinacotecatzara@tiscali.it

• Centro Storico di Atzara Chiesa Sant’ Antioco Martire. Pozzo del Conte. Chiesa San Giorgio.

• Le dimore storiche di Atzara Casa Donna Anna Maria. Casa Tziu Arzolu. Casa Aragonese. Casa Carburu.

• Mostra Sede Proloco.

• Sartoria Serra laboratorio sartoriale storico dove sarà possibile ammirare le confezioni artigianali di abiti su misura maschili e femminili.

• La Robbia Laboratorio di tintura naturale e arti applicate.

• Il nostro gregge racconta installazioni artistiche lungo le vie del paese a cura del Laboratorio La Robbia e dei bambini della scuola primaria di Atzara. Le giornate saranno allietate dall’esibizione itinerante di gruppi musicali della tradizione folkloristica sarda.

 

Dove mangiare / Dove dormire

• Al Vecchio Mulino Ristorante-Pizzeria. Via Santa Maria. T. +39 0784 65 400

• Su Zeminariu Agriturismo. Loc. Su Zeminariu. T. +39 0784 18 21 310

• Punti ristoro con prodotti tipici e vino di Atzara a km-zero dislocati nel percorso della manifestazione.

• S’Argiola Affittacamere. Via Antioco Demelas Serra 25. T. +39 333 96 57 600