Goffredo Guiso

Goffredo Guiso

Dal padre Sebastiano, primo fotografo professionista di Nuoro dal 1909, Goffredo Guiso ha ereditato la passione e i segretidi un mestiere che per quasi un secolo ha avuto come sede lo storicostudio di posa all’angolo con Piazza Vittorio Emanuele II. Così come il genitore era riuscito, nella prima metà del Novecento, a emancipare da una dimensione prettamente amatoriale quell’arte resa possibile dal nuovo medium, anche lui, a propria volta, avrebbe lasciato una traccia indelebile con una ritrattistica stilisticamente inedita e a tutti gli effetti contemporanea, sensibile alle suggestioni della comunicazione di massa. Inizialmente da apprendista negli anni Quaranta, e poi, dal 1954, da unico titolare dell’esercizioinsieme con la moglie Andreina Rigo, questo figlio d’arte ha immortalato generazioni di nuoresi (e non) dando prova di un talento capace di trasformare la semplicità di visi popolari e “della porta accanto” in ritratti drammatici e raffinati non di rado degni dei vecchi film dei Telefoni Bianchi e del sistema dei generi hollywoodiano. Uno sguardo, il suo, assolutamente armonico e sintonico nei confronti di una Sardegna in progress, in divenire, solo apparentemente distante da un passato ancora carico di tutte quelle rivendicazioni identitarie che all’inizio del XX secolo erano passate anche attraverso l’immagine – su tela come su pellicola. Nel 2005 una selezione di settanta ritratti è stata esposta a Nuoro nel corso dell’evento “Mastros in Santu Predu”, su iniziativa dell’Associazione Culturale Tracas.

Visualizza la scheda completa relativa a  Goffredo Guiso