Cuore della Sardegna

"Lollove as a esser chei s'abba è su mare: no as a crescher nen parescher mai!" (“Lollove sarai come l'acqua del mare, non crescerai e non morirai mai”). Con questa frase le suore della chiesetta di Santa Maria Maddalena invocarono la loro maledizione nei confronti di Lollove, piccolo e suggestivo borgo alle porte di Nuoro, fino al XIX secolo chiamato Loy.

Un villaggio composto da poche case in pietra che conservano ancora oggi la struttura medioevale, incastonato tra le montagne e circondato da un bosco di querce secolari. La chiesa, dallo stile tardo gotico, fu costruita all'inizio del 1500 e si conserva ancora oggi in buone condizioni, rivitalizzata ogni 3 febbraio dell'anno dalla festa in onore della Santa che consente di rivivere le tradizioni del passato.

In questo scenario surreale il tempo pare essersi fermato da quando, come tramanda la leggenda, le suore devote alla patrona del borgo furono allontanate da Lollove dopo esser state accusate di aver avuto delle relazioni sentimentali con i pastori della zona.
La sciagura delle consorelle, seguita alla loro espulsione, appare oggi come un triste presagio, considerando l'evoluzione demografica di questo piccolo centro, che conta soltanto poche decine di abitanti. Di fatto Lollove non è cresciuto ma non è mai morto, e si mostra agli stupiti turisti, cui spesso capita di immergersi in questo misterioso borgo, con la sua caratteristica veste medioevale e la sua rilassante atmosfera che danno l'impressione di un luogo fuori dal tempo.

Probabilmente, questa particolare leggenda ispirò anche il premio Nobel Grazia Deledda, per l’ambientazione e la trama di uno dei suoi più celebri romanzi, La Madre, incentrato sulla storia proibita tra il giovane prete del paese, don Paulo e la bella Agnese, che consumavano il loro amore all'oscuro del resto della comunità.
In alcuni periodi dell’anno Lollove è teatro di eventi e manifestazioni di carattere folkloristico come Autunno in Barbagia, quando è possibile scoprire i segreti di questa antica e caratteristica leggenda e visitare questo particolare borgo rurale al centro della Sardegna.