Cuore della Sardegna

Le tombe dei giganti di Osono sorgono nell'omonima vallata a pochi chilometri di distanza dal centro abitato di Triei, in Ogliastra, e sono uno dei monumenti archeologici meglio conservati della nostra Isola.

Questo monumento funerario costituito da sepolture collettive, tipico dell'età nuragica, è databile intorno al 1600 a.C., classificandosi così fra i più antichi esempi mai rinvenuti. La sua particolarità è quella di essere stata costruita in due tempi diversi: la prima parte, con il corridoio centrale, è stata datata al 1600 a.C., mentre l'esedra è stata aggiunta in seguito, intorno al 900 a.C.

La tomba dei giganti è stata ristrutturata nel 1993, utilizzando e rimettendo nella posizione originale l’esedra e gli altri ortostati, a volte deteriorati o spezzati e comunque ancora in situ. Dalle dimensioni imponenti, la struttura presenta un’esedra lunga oltre venti metri e una camera sepolcrale lunga dieci, è costituita da blocchi di calcare bianco e al suo ingresso presenta un grande architrave che li sormonta.

L'area rappresenta un esempio straordinario di conservazione, rimasto per secoli coperto dalla vegetazione circostante. Intorno alla tomba sono stati rinvenuti altri 10 ambienti che potrebbero fare riferimento ad antiche abitazioni o santuari per la pratica del culto religioso, mentre all'interno della tomba sono stati ritrovati degli antichissimi frammenti di metalli e ceramiche.

Se volete visitare questo incantevole luogo, dal lontanto passato ma dal fascino sempre attuale, vi consigliamo di recarvi a Triei in occasione della Primavera nel cuore della Sardegna, che si tiene il 19 e 20 maggio in questo grazioso paese dell'Ogliastra.